L’Efficientamento Energetico

COME CONSUMARE MENO ENERGIA, MANTENENDO GLI STESSI SERVIZI

Il concetto di Efficientamento Energetico è assolutamente diverso da risparmio energetico: infatti fare efficienza energetica non equivale solo a risparmiare, ma a fare meglio, spendendo meno.

Un esempio pratico della differenza è che per risparmiare energia in un ambiente si può abbassare il riscaldamento creando però una diminuzione del benessere abitativo. Mentre migliorare l’efficienza energetica vuol dire ad esempio intervenire sulla coibentazione di pareti e infissi, sostituire l’impianto termico riducendo la spesa energetica, senza stravolgere il benessere percepito.

L’Efficientamento Energetico si può ottenere facendo un’analisi di un ambiente che può evidenziare la necessità di portare ad uno stato di “efficienza” alcune aree piuttosto che altre. Perciò si interviene essenzialmente sul riscaldamento e sull’isolamento termico, sostituendo gli impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione, installando sistemi di schermatura e ombreggiatura di vetrate esposte a sud. Anche un intervento di semplice sostituzione dei corpi illuminati con la tecnologia a LED garantisce risparmi molto interessanti.

Un edificio efficiente dal punto di vista energetico consente di avere non solo un risparmio economico, ma anche una minore emissione di agenti inquinanti, di gas serra. Un minor impatto ambientale e un utilizzo rispettoso delle risorse.

Fare efficienza energetica

non equivale solo a risparmiare, ma a fare meglio, spendendo meno